per quelli come me che hanno avuto il privilegio di assistere alla nascita di quel fenomeno informatico che possiamo chiamare inclusivamente “internet”, l’acronimo IRC non suona certo nuovo. IRC infatti sta per Internet  Relay Chat, , è un protocollo che agli albori nella nuova era delle reti digitali va, diciamo così, a sostituire un “programma” chiamato MUT (MultiUserTalk) utilizzato sulla all’epoca famosa BBS OuluBox. IRC creato dal finlandese Jarkko Oikarinen, quest’ultimo si ispira al sistema Bitnet Relay Chat che a quel tempo girava appunto sulle BBS.
Per un maggiore approfondimento sulla storia delle chat IRC vi lascio girovagare sul web, dove potrete trovare moltissime informazioni.
Nel tempo fiorirono diverse reti IRC con network più meno famosi e frequentati, uno su tutti IRCNet, unico per numero di canali e di utenti collegati, de facto tutti i server IRC in Italia che si collegavano a questo network sono stati chiusi. Esiste tuttavia la possibilità di accedere ancora al network IRC IRCNet, non è scontato in quanto i server nazionali consentivano la connessione solo ad utenti siti nella medesima nazione se non addirittura ai propri utenti essendo questi server gestiti in moltissimi casi da internet provider.
Di seguiti vi lascio gli indirizzi di alcuni server che accettano connessioni da paesi al di fuori del proprio e anche da utenze che stanno dietro NAT e reti private, tramite proxy.

ATW-Inter (UNGHERIA) – irc.atw-inter.net

OPEN SNT (OLANDA) – openirc.snt.utwente.nl

Choopa (USA) – rcnet.choopa.net

EverSible (USA) – ircnet.eversible.com

US IrcNet (USA) – irc.us.ircnet.net

Buona divertimento e buona chat, state comunque attenti con chi vi relazionate, IRC è una terra oscura ormai, abbandonata per certi aspetti, e girano vecchi e nuovi mostri digitali.