Apple nel corso del WWDC del 22 maggio 2020, ha annunciato la nuova versione 14 del sistema operativo iPhone OS e iPadOS, la nuova versione di MacOS denominata Big Sur, ma queste sono novità marginali rispetto all’annuncio epocale del cambio di piattaforma per i processori Mac, Apple infatti presenta i suoi nuovi processori Apple Silicon. 
Il cambiamento, o meglio il ritorno dopo, circa 13 anni dal passaggio da Risc ad Intel, è epocale e rivoluzionerà tutto l’ecosistema Apple, a mio avvisto migliorandolo ulteriormente. La rivoluzione potrebbe trasversalmente portare novità anche al di fuori del mondo Apple. Del resto, col senno del poi, la sperimentazione dell’architettura desktop sull’utenza finale era già iniziata con i processori Bionic montati su iPad Pro e non solo, se pensiamo ad iPad, sopratutto iPad Pro ed all’utilizzo che si può fare di quest’ultimo nell’ambito della produttività è facile comprendere come il passaggio al mondo desktop si li pronto, ed Apple lo ha fatto, intenzionalmente, e da quel poco che abbiamo visto lo ha fatto bene.
Ero prossimo all’acquisto di un nuovo portatile, la mia scelta era caduto poi su un MacBook Air, ma ora, l’idea di una CPU Intel quasi mi disturba, aspetterò qualcosa che usi Silicon, Le implementazioni potenziali sono inimmaginabili, l’architettura condivisa porterà ad una integrazione tra il mondo desktop e quello mobile inarrivabile dai concorrenti, che po, a pensarci bene i concorrenti chi sono ? L’armata Brancaleone costituita dal mondo Android ? La madre dei figli mai nati Microsoft…. 
Al momento tutto è in un divenire ancora da vedere, ma secondo me già pianificato e organizzato in maniera impeccabile da Apple, sia perché a Cupertino le cose le sanno fare, sia perché non è ammesso sbagliare all’alba di una rivoluzione già in corso.
Vi lascio in regalo un paio di wallpaper ufficiali direttamente da MacOS Big Sur, cosi da poter assaggiare qualcosa della nuova veste grafica, straordinariamente concepita, per il nuovo OS della mela.