Con un comunicato stampa che arriva direttamente da Cupertino Apple annuncia uno sconvoglimento, che si può quasi definire epocale, nei sui massimi vertici, Scott Forstall e John Browett, rispettivamente responsabile dell’intero progetto iOS e responsabile degli Store ufficiali escono definitivamente di scena da Apple, subentreranno Craigh Federighi, Eddie Cue, Jonathan Ive e Bob Mansfield.In particolar modo Forstall era insieme a Cook uno dei maggiori conoscitori dell’azienda era infatti tra i papabili candidati alla poltrona di CEO, recentemente però, si vociferava di un raffreddamento dei rapporti con Cook in seguito a qualche scivolone preso, uno su tutti in particolare, quello di iAd, le mappe di Apple che hanno sostituito Google Maps in iOS 6 e che non sono state molto aprezzatte dal pubblico, per evidenti limiti di immaturità.  Altro “scivolone” se così lo si può definire è Siri, il software è certamente ottimo e performante ma ancora lontano dalla maturità. Scott Forstall verrà sostituito da  Jonathan Ive che prenderà in mano tutto quello che riguarda l’interfaccia del sistema operativo iOS.

Stessa decisione per  John Browett, anche se per quest’ultimo, in azienda da poco più di un anno. le cose si erano messe “male” sin da subito, subentrato al posto di Ron Johnson, il suo operato non si è rivelato efficace per l’azienda della mela, appeal man mano sempre più scarso sul personale degli store ed alcune scelte di tagli coraggiosi hanno portato a questo “divorzio”.

Non c’è dubbio che sia un bello scossone per Apple, ma probabilmente potremmo anche aspettarci qualche cambiamento ed innovazione, innovazioni che non sono arrivate in modo tangibile e che hanno pesato per assenza nel feedback che molti utenti e lo stesso mercato ha restituito a Cupertino. Verò è che storicamentei grandi cambiamenti per Apple non sono mai stati molto positivi, se non guidati del defunto Jobs, saranno in grado i nuovi arrivati di interpretare un pensiero un modo di fare, che, almeno per quanto concerne Forstell, erano stati stillati direttamente da Jobs, dipenderà molto da come Cook riuscirà a fa funzionare le cose…
A questo indirizzo il comunicato stampa rilasciato da Apple Inc.