Internet Connectivity Monitor è un software Open Source per il controllo periodico della connessione ad Internet. Il programma permette di controllare la propria connessione ad Internet e la frequenza dello stato Online, registra tutta l’attività e consente all’ utente di visualizzare i tempi di inattività e la lunghezza del tempo non collegato; inoltre fornisce report continui che possono essere salvati in file di testo e l’invio di un suono alla mancata connessione
A questo link il download.
Internet Connectivity Monitor per funzionare necessita della presenza sul sistema di Java Runtime Environment (JRE) 1.6 o superiore

E’ stata da poco rilasciata la versione 5.1.7 di Safari il browser sviluppato da Apple disponibile, oltre che per sistemi Mac, anche per Windows, questa nuova versione introduce un nuovo motore Javascript, chiamato Nitro, che promette in incremento della velocita pari a ben il 30%. Oltre a questo nuovo motore javascript è stata implementata la funzionalità Safari Reader, questo strumento ci permette di visualizzare le pagine, eliminando tutti i fattori inutili o di disturbo, migliorando la leggibilità dei contenuti. Sarà inoltre possibilie aggiungere nuove funzionalità al browser installando nuove estensioni, che potete trovare a questo indirizzo. Mentre qui il changelog per maggiori dettagli.

firefox

Qualche giorno fa è stata rilasciata ufficialmente la versione 4 del browser Firefox, che credo non necessiti di presentazioni ulteriori, un nuovo look fa da cornice ad alcune nuove funzionalità,  è stato introdotto il pulsante “firefox”, un accesso veloce ai menu di navigazione ed alle opzioni di configurazioni, nelle varie recesioni, politicamente corrette, questo “bottone” viene definito “in stile office” ma credo che si possa definire tranquillamnte in stile Opera, e mi permetto di aggiungere che non c’è nulla di male ad attingere al meglio di ciò che l’inventiva e la tecnologia propone, cercando così di prendere il meglio dalle idee e dai concetti al fine di migliorare lesperienza di utilizzo per l’utente finale, del resto Opera software si ispirò, chiaramente, al concetto di estensioni di firefox quando introdusse le widget per il suo browser.
Firefox 4 ci dà la possibilità di raggruppare le schede come “sotto-schede” di una scheda principale, in questo modo potremmo avere una navigazione più ordinata, riorganizzando a nostro piacere i contenute delle varie tab.
Il nuovo motore JagerMonkey promette un incremento delle prestazioni, unitamente al supporto DirectWrite e Direct2D, che sollevano il compito di rendering nei font e dei contenuti grafici alla CPU passandolo di fatto alla GPU.
Le prime impressioni dopo qualche ora di utilizzo, non continuativo, lasciano abbastanza soddisfatti, le prestazioni che man mano erano andate, a mio avviso, un po’ peggiorando in termini di velocità con l’evolversi della versione 3.x sembrano aver corretto in modo ottimale il tiro, sembra tutto un pochino più veloce. Ma è anche vero che spesso si incolpa ingiustamente in browser, in generale, di non essere rapido nel rendering delle pagine, quando ad essere molto cambiato negli ultimi anni è il web in generale.
Firefox come sempre è disponibile per il download per le maggiori piattaforme, windows, linux e mac, potete utilizzare questo link per il download.