One Commander è un file manager, disponibile per Windows e OSX, con moltissime interessanti funzioni per la naviagazione e la gestione di cartelle e file, ha una interfaccia personalizzabile, sia per quanto riguarda le funzionalità, sia per quanto riguarda il comparto estetico, resta tuttavia ancora qualche baco nella gestione personalizzazione dei font che si vanno ad utilizzare, questo è un peccato in quanto, alcune opzioni di personalizzazione sono disponibili solo nella versione a pagamento. Potremo utlizzare scorciatoie per aprire la power shell nei percorsi desiderati, forzarne quindi l’utilizzo al posto del classico cmd, ma non solo, avremo a disposizione strumenti per rinominare in modo massivo i file, le cartelle e tools per la gestione di differenti formati di file, un look un po’ nerd dona al software un certo fascino, potremmo adirittura scegliere la modalità a finestre che preferiamo maggiormente.

Di seguito riporto il mio post di ogg, sulla pagina facebook di TIM, giusto per reaccontare ormai senza nemmeno rabbia, una gestione di una attivazione al servizio fibra di TIM che lascia spazio solo ad un sentimento, misto di inadeguata ironia, e grazie al destino posso dedicare un sentimento a cose come queste.

Buongiorno,
Il 31 di Marzo ricevo il kit Fibra, composta da modem/router, e due telefoni cordless, lo installo, contatto il numero verde, e mi viene comunicato, in automatico, che la procedura di attivazione viene presa in carico e trascorsi 4 giorni lavorativi il servizio sarà attivo. Di tanto in tanto provo, ma nulla, sempre la vecchia linea, guardo sulla pagina MyTIM la pratica è in lavorazione, chiamo giusto per sapere, siamo al terzo giorno lavorativo, 4/5 aprile, sempre servizio atuomatico la pratice risulta in corso secondo i normali tempi di attivazione. Nel frattempo arrivano decine tra sms email assolutamente inutili, le solite comunicazioni automatiche che non vogliono dire nulla, il 4 di aprile, se non ricordo male, per tutto il pomeriggio la linea telefonica risulta fuori uso, posso chiamare, ma chi mi chiama riceve il segnale di libero senza che però, in casa mia, nulla squilli. Va bene, in serata chiamo mi rifanno collegare il telefono di mia proprietà alla presa a muro e non alla seconda presa telefonica del modem/router, inutile difendermi dicendo che sino a quel punto tutto aveva funzionato regolarmente, sarà la procedura di attivazione, mi dico speranzoso, niente, ok andiamo avanti. Sino a ieri pomeriggio, quando la svolta sul surreale arriva forte e decisa, alle 14 e 30 arrivo a casa, e dell’attivazione del servizio fibra non c’è traccia, va bene adesso chiamo e parlo con qualcuno, mi viene detto che la chiamata al numero verde risulta, e mano male penso io! E che è stata messa in carico il 1 aprile che è un sabato, e che verrà effettuato un sollecito, alla faccia siamo ad un settimana e sollecitiamo !? Va bene… Tanto passaerà ancora sabato e domenica e della fibra continuerò a guardare la scatola dek kit. Ma adesso c’è il risvolto da libro giallo, nella mattina mi chiama un corriere che mi deve consegnare un pacco, non sono a casa, ma al lavoro, è gentile e me lo lascia nel bar di un amico, passerò a ritirarlo nel pomeriggio. Nel pomeriggio di ieri, dopo aver sollecitato l’attivazione del servizio di fibra, scendo al bar per un caffé e per il mio pacco, che immagino essere l’ennesima cineseria da collezione ordinata in un momento di shopping per carenza d’affetto, ma con sorpresa è un piccolo modem/router ADSL2+ WiFi, sono un po’ sconsolato, e penso questi stanno messi peggio di un ministero, perggio di dove lavoro io in fatto di burocrazia, un mondo allo sbando, gioco online, e poi dopo aver ordinato una pizza, chiamo il 187, e racconto questo episodio, chiarito che non è il decoder del TimVision, mi viene dato un indirizzo dove restituirlo, il che è sacrosanto, ci mancherebbe, ma devo farlo a mie spese ? Non mi preoccupo, posso sostenere anche questa spesa, ci mancherebbe, ma lo sconforto è grande, sconforto è un parolone sono altre le cose che mi sconfortano… Certo è che meno comunicazioni di prese in carico e più vere prese in carico, lascerebbero nell’utente medio, un minore percezione di prese per un altro senso. Mi aspetto a completamento di queste righe dal contnuto delirante una bella risposta automatica di contato e presa in carico, giusto eprche adesso, dopo il caffè mi ci vuole la mia “presa per” del sabato.
Saluti

E puntiale la loro risposta, giunta in un tempo nemmeno utile alla verifica dei fatti.

NON CI CREDO ALLE ORE 12:04 MI RENDO CONTO CHE LA RISPOSTA DA PARTE DI TIM E’ STATA RIMOSSA!

MA DAIIIIII

Ancora un mere di vita per “l’amatissimo” Windows Vista, Microsoft annuncia infatti che ad aprile 2017 terminerà ufficialmente il supporto, non è un mistero che questo sistema operativo non sia mai stato gran che amato dal pubblico utilizzatore, accolto con freddezza dalla comunità informatica, e mai davvero accettato come sistema operativo “de base”, numerosissimi gli articoli in rete su come eseguire il downgrade a windows XP sul portatile di recente acquisto, uno di questi presente anche su queste pagine, Vista non è stato l’unico scivolone di Microsoft, ma a mio avviso è stato il peggiore, perché non si è trattato di non crederci, si è trattato meramente di un brutto prodotto. L’11 aprile prossimo Microsoft cessa il supporto, fine agli aggiornamenti.

Continua a leggere

Filmora è potente applicativo per l’editing video, offre funzionalità per il montaggio di filmati permettendo di aggiungere effetti. L’applicazione si presenta con una interfaccia chiara semplice, abbastanza intuitiva, senza però tralasciare l’aspetto professionale, sarà quindi possibile mixare l’audio e unire filmati per crearne di nuovi, Filmora supporta moltissimi formati in ingresso, il motore di rendering risulta veloce e affidabile, nelle prove che ho eseguito non ho mai avuto crolli, rallentamenti eccessivi o crash di alcun genere. Continua a leggere

E’ stato presentato, ed è in imminente arrivo ORISA, un nuovo personaggio di classe tank per il famosissimo FPS online di Blizzard, Overwaych. Si tratta di un personaggio femminile robotico, di sembianze e caratteristiche femminili, ma al contrario di quanto ci siamo abituati a vedere in Overwatch, questa volta la ragazza ha un aspetto decisamente differente, si tratta infatti di un robot centauro. Il look è obbiettivamente strepitoso, e le caratteristiche annunciate, e già testate in gaming, sembrano promettere davvero bene! Di seguito il video ufficiale con la storia e le origini di Orisa. A presto e buon divertimento.

Bluegriffon è un classico webeditor, ovvero un applicativo che ci permetterà in maniera semplice di creare codice per le nostre pagine web, o di intervenire su pagine già esistenti, lo strumento è disponibile gratuitamente per le piattaforme windows, OSX e linux, ancora un pochino immaturo per alcuni bug minori, come ad esempio quello che ho potuto riscontrare sulle finestre di dialogo, capita che terminato di inserire tutti i parametri dell’oggetto di riferimento, selezionadno il bottone OK, la finestra non si chiuda. Ampia possibilità di personalizzazione dell’interfaccia, anche l’editor testuale, all’interno del quale, almeno nella versione windows, non funzionano le attività di selezione contestuali del tasto destro del mouse, funzionano comunque le scoraciatoie da tastiera, quindi problema arginato. Si andrà ad editare visivamente la pagina e gli elementi in essa contenuti utilizzando un editor standrd wysiwig, lo stesso utilizzato anche all’interno di numerosi CMS. Molto funzionale la possibilità di avere una doppia visuale dell’edito visuale e di quello testuale.

Nuova versione per il famosissimo software di progettazione dedicato all’allestimento di abitazioni, come saprete si tratta di un applicativo dedicato alla creazione di ambianti domestici, il suo utilizzo vi permette di creare la vostra casa, o quella dei vostri sogni, partendo, ad esempio, da una planimetiria, poco male se le misure di quest’ultima non rappresentano più i nmodo preciso le misure reali, vi basterà conoscere le misure precise di alcune delle linee principali e da li, Sweet Home 3D ricalcolerà le misure in maniera automatica, con un margine di errore più che accettabile, per la natura dei progetti che andremo a sviluppare.

Continua a leggere

Nella sezione poser, purtroppo non attiva da molto molto tempo, troverete per il download alcuni pacchetti di contenuti specifici per poser 11, ovviamente per utilizzare questi contenuti è necessario avere poser 11, in quanto risulterebbero compatibili giusto per questa release del famoso programma di modellazione ed animazione di figure in 3d. Buon download, nel caso foste interessati ad ottenere Poser 11 per windows o mac, non esitate a contattarmi.

Al contrario di quello che ci si potrebbe aspettare Vivaldi non è uno strumento informatico dedicato al mondo musicale, ma ben si un web browser, nato, se cosi si può dire dalle stesse mani, che fecero Opera browser, il vecchio e glorioso, deceduto Opera browser. Dopo la decisione da parte dei vertici della Opera ASA, di uccidere de facto, il browser, sino a quel giorno pensato per la community, creato sulla base delle esperienze di utilizzo di un folta comunità di appassionati utilizzatori, Jon Von Tetzchner, cofondatore del progetto Opera, ha deciso di lanciare un nuovo prodotto. 
Ecco quindi Vivaldi un browser disponibile per Windows, Mac e Linux, basato sull’engine Blink, fork del motore Webkit di Google, il browser eredita in parte il modo di essere di Opera Browser, e ci mancherebbe pure non fosse così, molto personalizzabile, interfaccia leggere, e grande usabilità. La gestione delle schede di navigazione è veloce e la peculiare barra degli strumenti, da posizionare secondo i propri gusti offre molte interessanti opzioni per la gestione dei download, dei preferiti e introduce una sezione dedicata alle note.

Il browser che una volta amavamo ha cambiato direzione“, scrive von Tetzchner riferendosi ad Opera. “Purtroppo, non è più al servizio della sua comunità di utenti e collaboratori — che all’inizio ne avevano agevolato la realizzazione. Siamo quindi giunti ad una conclusione naturale: dovevamo creare un nuovo browser. Un browser per noi stessi e per i nostri amici. Un browser che fosse veloce, ma allo stesso tempo ricco di funzionalità, altamente flessibile e che ponesse l’utente in primo piano. Un browser creato per voi“.

Questo è quanto dichiarato da Jon Von Tetzchner per quanto concerne il suo, nostro Vivaldi.

Anche Vivaldi fa uso, a discrezione, di eventuali estensioni, ed è compatibile con tutte quelle utilizzabili su google chrome.
A mio avviso merita senza dubbio di essere provato, ed utilizzato, anche se non dovesse diventare il nostro browser predefinito nel lungo periodo, abbiamo finalmente la possibilità di ristabilire la presenza di un prodotto davvero “differente” nel panorama un po’ appiattito ormai dei web browser per computer desktop.
Ecco il link al sito ufficiale, per altro in un italiano ottimamente tradotto.