Di seguito riporto il mio post di ogg, sulla pagina facebook di TIM, giusto per reaccontare ormai senza nemmeno rabbia, una gestione di una attivazione al servizio fibra di TIM che lascia spazio solo ad un sentimento, misto di inadeguata ironia, e grazie al destino posso dedicare un sentimento a cose come queste.

Buongiorno,
Il 31 di Marzo ricevo il kit Fibra, composta da modem/router, e due telefoni cordless, lo installo, contatto il numero verde, e mi viene comunicato, in automatico, che la procedura di attivazione viene presa in carico e trascorsi 4 giorni lavorativi il servizio sarà attivo. Di tanto in tanto provo, ma nulla, sempre la vecchia linea, guardo sulla pagina MyTIM la pratica è in lavorazione, chiamo giusto per sapere, siamo al terzo giorno lavorativo, 4/5 aprile, sempre servizio atuomatico la pratice risulta in corso secondo i normali tempi di attivazione. Nel frattempo arrivano decine tra sms email assolutamente inutili, le solite comunicazioni automatiche che non vogliono dire nulla, il 4 di aprile, se non ricordo male, per tutto il pomeriggio la linea telefonica risulta fuori uso, posso chiamare, ma chi mi chiama riceve il segnale di libero senza che però, in casa mia, nulla squilli. Va bene, in serata chiamo mi rifanno collegare il telefono di mia proprietà alla presa a muro e non alla seconda presa telefonica del modem/router, inutile difendermi dicendo che sino a quel punto tutto aveva funzionato regolarmente, sarà la procedura di attivazione, mi dico speranzoso, niente, ok andiamo avanti. Sino a ieri pomeriggio, quando la svolta sul surreale arriva forte e decisa, alle 14 e 30 arrivo a casa, e dell’attivazione del servizio fibra non c’è traccia, va bene adesso chiamo e parlo con qualcuno, mi viene detto che la chiamata al numero verde risulta, e mano male penso io! E che è stata messa in carico il 1 aprile che è un sabato, e che verrà effettuato un sollecito, alla faccia siamo ad un settimana e sollecitiamo !? Va bene… Tanto passaerà ancora sabato e domenica e della fibra continuerò a guardare la scatola dek kit. Ma adesso c’è il risvolto da libro giallo, nella mattina mi chiama un corriere che mi deve consegnare un pacco, non sono a casa, ma al lavoro, è gentile e me lo lascia nel bar di un amico, passerò a ritirarlo nel pomeriggio. Nel pomeriggio di ieri, dopo aver sollecitato l’attivazione del servizio di fibra, scendo al bar per un caffé e per il mio pacco, che immagino essere l’ennesima cineseria da collezione ordinata in un momento di shopping per carenza d’affetto, ma con sorpresa è un piccolo modem/router ADSL2+ WiFi, sono un po’ sconsolato, e penso questi stanno messi peggio di un ministero, perggio di dove lavoro io in fatto di burocrazia, un mondo allo sbando, gioco online, e poi dopo aver ordinato una pizza, chiamo il 187, e racconto questo episodio, chiarito che non è il decoder del TimVision, mi viene dato un indirizzo dove restituirlo, il che è sacrosanto, ci mancherebbe, ma devo farlo a mie spese ? Non mi preoccupo, posso sostenere anche questa spesa, ci mancherebbe, ma lo sconforto è grande, sconforto è un parolone sono altre le cose che mi sconfortano… Certo è che meno comunicazioni di prese in carico e più vere prese in carico, lascerebbero nell’utente medio, un minore percezione di prese per un altro senso. Mi aspetto a completamento di queste righe dal contnuto delirante una bella risposta automatica di contato e presa in carico, giusto eprche adesso, dopo il caffè mi ci vuole la mia “presa per” del sabato.
Saluti

E puntiale la loro risposta, giunta in un tempo nemmeno utile alla verifica dei fatti.

NON CI CREDO ALLE ORE 12:04 MI RENDO CONTO CHE LA RISPOSTA DA PARTE DI TIM E’ STATA RIMOSSA!

MA DAIIIIII

FirefoxOS

Come era logico aspettarsi, Mozilla annuncia ufficialmente  l’abbandono allo sviluppo di Firefox OS, non ci saranno quindi d’ora in avanti smartphone equipaggiati con questo sistema operativo open source, Se è lecito chiedersi come mai si sia giunti a questa decisione, è ancor più lecito e soprattutto logico, chiedersi come mai si sia deciso di intraprendere lo sviluppo di un OS per smartphone in un mercato già ampiamente avviato e saturo di scelte, iOS, Android e Windows Mobile… Il progetto privo di verve si è arenato sin troppo presto, l’azineda prende coscienza quindi del fallimento dell’iniziativa e abbandona la nave prima che sia tardi. Del resto era prevedibile andasse a finire così, dispositivi di fascia bassa, solo web app, davvero poco poco da offrire ai pochi utenti che decisi a dare fiducia a Moazilla hanno investito in questi dispositivi. Se la credibilità di Mozilla, anche con questa corsa ai ripari sia salva, ho parecchi dubbi, ma queste sono disquisizioni personali. Altro cadavere nell’armadio, per fortuna che almeno per quelli c’è Ikea!

Siamo giunti alla versione 31.0 di Mozilla Thunderbird, il celeberrimo client di posta di Mozilla.org, che ormai offre il supporto per praticamente tutti i protocolli di posta elettronica, unitamente ai feed RSS e non solo, disponibili centinaia di estensioni per aumentarne le potenzialità, rimane un ottimo prodotto per coloro che ancora sono legati, anche solo per affetto o filosofia al client di posta elettronica tradizionale, sinceramente trovo ormai desueto questo tipo di software, sopratutto la dove non c’è il supporto ai server exchange di Microsoft, forse unico vero e solido motivo che ancora ci lega all’utilizzo di un client tradizionale per la posta elettronica, ma in quelcaso, nel   mondo Windows la scelta ricadedrebbe quasi certamente su Microsoft Outlook, mentre per gli utenti Apple/OSX il client di posta “Mail” integrato è una sorta di kille application, ma bando alle disquisizioni di carattere sofistico a questo indirizzo il cahnge log per l’ultima versione di Thunderbird e nella sezione Mozilla Corner i relativi link per il download.

Nuovo rilascio per M Thunderbird,il famoso client di posta elettronica di Mozilla.Org, che raggiunge la versione 24.0.x allineandosi numericamente al browser di riferimento Mozilla Firefox. a questo link le note di rilascio per questa versione. Nella sezione dedicata del blog Mozilla Corner, potete scaricare le versioni per le piattaforme supportate.

Mozilla Thunderbird è il client di posta elettronica e news reader open source multipiattaforma sviluppato dal team di Mozilla. Il programma è semplice da usare, efficiente e molto versatile, dispone di un’interfaccia molto intuitiva corredata da numerose funzioni, come la possibilità di assegnare etichette ai messaggi e creare regole per smistare la posta in arrivo, filtro anti-spam e funzione antiphishing. Mediante l’installazione di apposite estensioni inoltre si possono aggiungere nuove funzionalità o aggiornare quelle già presenti nel programma.
Direttamente a questo indirizzo il download.

firefox

Mozilla ha rilasciato la versione 20 del noto browser Firefox che, oltre ad alcune nuove caratteristiche, risolve qualche problema di sicurezza. Sono infatti ben undici le vulnerabilità che Firefox 20 risolve, di cui tre critiche, individuate sulla sicurezza di memoria, crash WebGL con il driver Mesa grafica su Linux e un bypass delle protezioni SOW che permette la clonazione di nodi protetti. L’aggiornamento comunque non si ferma quì, mettendo anche le “mani” nei cross-scripting (XSS), risolvendo poi dei problemi riguardo l’acquisizione illecita di privilegi tramite Mozilla Updater.

Di seguito vi proponiamo il log parziale delle attività dell’aggiornamento:

  • Critical: Vulnerability can be used to run attacker code and install software, requiring no user interaction beyond normal browsing.
  • High: Vulnerability can be used to gather sensitive data from sites in otherwindows or inject data or code into those sites, requiring no more than normal browsing actions.
  • Moderate: Vulnerabilities that would otherwise be High or Critical except they only work in uncommon non-default configurations or require the user to perform complicated and/or unlikely steps.
  • Low: Minor security vulnerabilities such as Denial of Service attacks, minor data leaks, or spoofs. (Undetectable spoofs of SSL indicia would have “High” impact because those are generally used to steal sensitive data intended for other sites.)

Maggiori informazioni a questo link, per il download qui.

thunderbird

Mozilla Thunderbird è il client di posta elettronica e news reader open source multipiattaforma sviluppato dal team di Mozilla. Semplice da usare, efficiente e molto versatile, dispone di un’interfaccia molto intuitiva corredata da numerose funzioni, come la possibilità di assegnare etichette ai messaggi e creare regole per smistare la posta in arrivo, filtro anti-spam e funzione antiphishing. Mediante l’installazione di apposite estensioni inoltre si possono aggiungere nuove funzionalità o aggiornare quelle già presenti nel programma. In questa versione le schede sono sono state spostate nella barra del titolo e sono stati corretti numerosi bug,

Su questa pagina Web è disponibile il changelog completo del programma.
Direttamente quì per il download.

Mozilla ha annunciato di voler dedicare meno risorse al progetto Mozilla Thunderbird, a favore di un potenziamento nello sviluppo di Firefox e del sistema operativo FirefoxOS derivato dal progetto di partenza Boot to Gecko, che probabilmente verrà presentato nell’arco dei prossimi mesi, ovviamente attinente al mondo dei dispositivi mobili.

Lo sviluppo di Thunderbird era decisamente rallentato nell’ultimo periodo, da tempo non si vedono aggiornamenti importanti di rilievo, ma ora questa strategia diventa ufficiale, Thunderbird continuerà comunque a ricevere aggiornamenti, correzioni e bugfix., il tutto con una frequenza molto rallentata.
Continuerà quindi il supporto ma non lo sviluppo del progetto, il client di posta non è più concepito come prodotto strategico da Mozilla, tuttavia il presidente di Mozilla Foundation, Mitchell Baker, rivolgendosi alla comunità di sviluppatori a chiesto di seguire la discussione e lo sviluppo attraverso il sito dove è stata avviata una discussione ufficiale, nel tentivo forse, di rassicurare gli oltre 20 milioni di utilizzatori del noto client di posta.
La prossima versione rilasciata arriverà a novembre, e comprenderà anche la Extended Support Release specificatamente dedicata alle aziende.

Per quanto personalmente io sia affezionato al client di posta elettronica di Mozilla, mi rendo perfettamente conto che l’utilizzo della posta da parte degli utenti di tutto il mondo è cambiato radicalmente, e l’accesso alla posta, come lo potevamo concepire sino a qualche tempo fa, davanti al computer avviando il nostro client preferito è decisamente mutato, l’avvento di servizi online avanzati come GMail e l’accesso in mobilità con tablet e smartphone mette per ora in scacco il client vecchio stile.

Con il rilascio della nuova versione di firefox, il noto ntowser di Mozilla.org, anche Thunderbird si allinea  alla versione 8, in questa versione è stato introdotto il blocco all’installazione dei componenti aggiuntivi e sono stati corretti una serie di bug minori, a questo indirizzo il change log per questa “nuova” versione.

E’ stata rilasciata da qualche tempo la versione 7.0 di Mozilla Thunderbird, ho volutamente saltato la pubblicazione della notizia sicuro del fatto che da lì a poco, come sempre accade, ci sarebbe stato in tutta fretta un nuovo rilascio per correggere i problemi riscontrati nell’ultima versione.
La versione 7.0.1 risolve un raro problema inerente la possibile “scomparsa” dei componenti aggiuntvi in fase di aggiornamento.
Per gli utilizzatori della versione 6.** e della vaersione 7.0 l’aggiornamento avverrà in modo automatico, ma nel caso si rendesse necessario è possibile forzare l’aggiornamento dal menu aiuto.
Per quanti, credo davvero pochi, utilizzino ancora versioni “atiche” di Mozilla Thunderbird 1.x e 2.x che tali versioni non vengono più supportate da Mozilla da parecchio tempo ormai e che un aggiornamento alla versione 7 è vivamente consigliato.
In merito alle novità apportate con questo ultimo rilascio vi rimando alle note di versione.
Per quanto concerne il download vi rimando al Mozilla Corner.