anvsios
Torno a scrivere dopo molto, molto, anzi troppo tempo su queste pagine, e non lo faccio per segnalare, appuntare un pacchetto software interessante, o un servizio web degno di nota, ma scrivo per dire la mia, per quel che vale, sulle “nuove” tecnologie mobili e non solo, oltre ad una disamina personale sull’eterna guerra tra Android e iOS. Iniziamo proprio da eust’ultimo spunto, meglio Android o iOS, a questa domanda da addetti ai lavori per addetti ai lavori, dal sapore quasi esistenziale, a mio modesto mdo di vedere c’è una risposta, una risposta che ammette repluche, una risposta che non ha la prestesa di surrogare tutte le esigenze differenti e possibili da parte degli utenti.
Nel corso del tempo ho avuto modo di utilizzare proattivamente sia terminali Android, al momento possiedo un Nexus 4, si terminali iOS, ho a casa un iPad terza generazione, e in precedenza avevo un iPhone 5.

Non mi perderò in altre disquisizioni, è meglio iOS, e lo è probabilmente perché gode di una maggiore “morbidezza” nell’uso quotidiano, il terminale, non solo l’iPhone, nasce per darci la possibilità di interagire comunicando, voce, messaggistica in tutte le sue declinazioni, email, chet e via dicendo, poi ci sono le funzionalità acessorie, calendario, agenda, previsioni del tempo e quant’altro, sino all’aspetto legato al social, facebook, twitter, google+, instagram più varie ed eventuali, in tutto questo iOS si propone con un approccio generale maggiormente omogeneo e semplificato rispetto a quanto offerto da Android sia in versione “base” sia nelle versioni personalizzate dai diveri produttori. Tuttavia rimane un aspetto legato alla filosofia della consapevolezza sul quale Android non  cede di un millimetro, nell’uso “avanzato” del device, dove il confine tra avanzato e didattico diventa davvero labile, credo nell’assoluta superiorità di Android. Rispetto alla proposta di Apple, anche se con tutte le limitazione sia tecniche sia quelle “volute” o cosi presunte, dalla casa di Cupertino, Android risulta nell’utilizzo generale meno performate, se è vero che aprendo la scatola di un iPhone e quella di un qualsiasi device di fascia alta con su Android, un Galaxy S4 per dirne uno, le funzionalità offerte da quest’ultimo risulteranno più ampie e “potenti” è altrettanto vero, che nei 15/20 giorni successivi un utente le cui esigenze di comunicazione superano la curiosita didattica si troverà meglio con iOS…
la mia impressione generale difficile da trasmettere è a grandi linee quanto sopra citato.
Poi a seguire abbiamo blackberry e windowsphone… Ma quelle sono storie una passata ed una della quale si parlera, forse, in futuro…